Fiam Academy

Ricerca e Sviluppo, Sostenibilità e Open Innovation: gli studenti dell’Università di Vicenza incontrano Fiam. 

Tessere relazioni con Università, centri di ricerca ed altri enti aperti all’innovazione in ambito industriale è fondamentale per il continuo aggiornamento e per avere uno sguardo sempre attento e aperto verso il futuro.

In Fiam da sempre riteniamo che la vicinanza del mondo delle imprese alle Università e ai loro studenti sia un aspetto di primaria importanza: sia per garantire attrattività e futuro occupazionale qualificato alle aziende, sia per assicurare ai giovani uno sbocco lavorativo post-laurea coerente con il proprio percorso di studi ed in grado di fornire loro una soddisfacente crescita professionale.

Ecco perché abbiamo deciso di aderire all’iniziativa di orientamento “Incontriamo le Imprese” promossa da Confindustria Vicenza, in collaborazione con la Fondazione Studi Universitari di Vicenza e VUH – Vicenza Univr Hub dell’Università di Verona, che si terrà durante il mese di novembre.

Si tratta di un evento rivolto agli studenti di Ingegneria, Economia e SIA della sede di Vicenza, che ha come obiettivo quello di far conoscere in prima persona le realtà manifatturiere della Provincia, con la possibilità di fornire utili informazioni ai ragazzi e affiancarli nell’orientamento per le loro future scelte lavorative.

L’occasione per Fiam e per i giovani studenti è programmata per la giornata di giovedì 17 novembre dalle ore 9.00 alle ore 11.00, un appuntamento durante il quale si potranno approfondire le tematiche della Ricerca e Sviluppo con Nicola Bacchetta, Direttore Commerciale e Michele Rizzato, Direttore Operations.

In questo momento di porte aperte i ragazzi potranno vedere dal vivo come nascono ogni giorno le idee e come prendono vita soluzioni innovative che migliorano la produttività delle aziende.

Durante l’incontro verranno approfonditi i temi della sostenibilità di prodotto – e di come le nostre soluzioni siano concepite partendo proprio da queste linee guida – oltre che dell’Open Innovation, come imprescindibile modalità per rendere l’innovazione sempre più aperta e collaborativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.