Fiam Stories

Perché scegliere Fiam come Business partner per processi di avvitatura efficaci?

Questo è quello che è successo con Kosma Srl, azienda che realizza impianti per la produzione industriale e che quando i loro macchinari includono fasi di avvitatura, sceglie Fiam per una sinergia vincente: tutta italiana. Nello specifico, Kosma produce macchinari per costruire, movimentare, assemblare, collaudare ed imballare ogni tipo di prodotto.

Scopriamo qui tutte le fasi dell’isola di lavoro realizzata da Kosma: dall’esigenza, alla progettazione e realizzazione nonché i vantaggi della soluzione.

Esigenza del cliente finale: progettare e costruire un’isola di lavoro ad alta cadenza produttiva per un importante produttore di controtelai per porte scorrevoli; con tempi ciclo pari a 30 pezzi all’ora: un controtelaio ogni due minuti.

Settore applicativo: produzione infissi e serramenti

Soluzione realizzata: isola di lavoro automatica che include 6 moduli di avvitatura automatica MCA che lavorano contemporaneamente.

 Principali fasi di lavoro dell’isola:

  • Caricamento dei telai su strutture e maschere dedicate. I modelli di telaio in acciaio sono molteplici, si differenziano per dimensioni e risultano particolarmente difficoltosi da assemblare (lamiere sottili, assenza pre-fori, viti autoforanti)
  • Fasi di avvitatura. Sonocompletamente automatizzate e non richiedono alcun intervento da parte degli operatori se non il caricamento delle viti. Avvengono con 6 moduli di avvitatura automatica MCA con le seguenti specifiche:
    • Avvitatura contemporanea dei due lati dei telai; non solo dall’alto verso il basso ma anche dal basso verso l’alto e a +45° e a –45° e per avvitare il frontalino dei telai posizionato su superficie inclinata
    • Motori per avvitare utilizzati sono pneumatici ad arresto automatico dell’aria e raggiungono le elevate velocità – 2500 rpm – necessarie per poter gestire viti autoforanti
    • I moduli di avvitatura sono installati su slitte che, posizionate sui binari della linea, si spostano e si posizionano sui diversi punti di avvitatura secondo programmi che vengono gestiti dal PLC master dell’impianto, a seconda dei formati. Il controllo della profondità della vite avviene attraverso appositi sensori posti sulle slitte di avvitatura
    • Gestione di eventuali anomalie. Sul display del plc del modulo di avvitatura coinvolto compare un messaggio che facilita all’operatore l’individuazione della causa di eventuali errori e la corretta localizzazione nell’isola di lavoro
  • Scarico dei componenti assemblati su nastro trasportatore
  • Imballaggio

Quali sono stati i vantaggi per il cliente finale?

  • Elevata efficienza del ciclo produttivo

La soluzione realizzata rispetta i tempi ciclo richiesti dal cliente. L’impiego di moduli di avvitatura automatici permette oltre che elevate cadenze produttive anche la completa comunicazione tra i sistemi di programmazione.

  • Eliminazione degli scarti

Tutte le viti vengono avvitate accuratamente e con precisione. Il risultato è quindi un prodotto affidabile.

  • Le operazioni di assemblaggio diventano precise e più veloci con un vantaggio decisivo della produttività
  • Infine, il cliente si interfaccia con un unico interlocutore, essendo Fiam tra i pochi costruttori al mondo di motori per avvitare e sistemi idonei per l’automazione dell’avvitatura. Questo aspetto garantisce anche importanti vantaggi per l’approvvigionamento ricambi e del post-vendita in generale, garantendo rapide risposte e tempi certi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *