Fiam Stories

Modulo di Avvitatura MCA di Fiam. Per processare con successo anche componenti di piccole dimensioni nel settore termoidraulico

Nel settore produttivo di materiale termoidraulico la componentistica da avvitare, per esempio di valvole e pompe, è spesso di esigue dimensioni ed i punti di avvitatura sono posizionati in profondità o in spazi estremamente ridotti.

In questi casi sono numerosi gli aspetti critici da tenere in considerazione affinché le operazioni di assemblaggio risultino precise e soprattutto continue, per non compromettere le cadenze produttive richieste, per esempio nei cicli produttivi automatici.

Defendi, azienda leader mondiale nella progettazione e nella produzione di componenti gas per la cottura domestica, si è rivolta a Fiam per avvitare automaticamente e ad alta cadenza produttiva componenti su diffusori gas per piani cottura. La criticità in questa operazione era data sia dall’esigua dimensione delle viti, sia dagli spazi estremamente ridotti e profondi dove avvitarli.

Le viti con testa esagonale presentavano infatti una lunghezza di 10 mm ed un diametro di 8 mm: un rapporto quasi uguale a 1 che, nel caso di avvitatura automatica e quindi di alimentazione automatica della vite sul punto di avvitatura, diventa critico poiché può far capovolgere la vite ed inceppare così il flusso di alimentazione.

Per risolvere lo specifico problema dimensionale, il modulo di avvitatura fornito è stato progettato con una speciale testa di trattenimento vite; quest’ultima è infatti dotata di un dispositivo che impedisce il ribaltamento della stessa, di uno speciale tubetto di centraggio adeguato al foro ed è dotata di un sistema di trattenimento a sfere che permette di raggiungere il punto di avvitatura in profondità ed in spazi ridotti.

Il modulo di avvitatura, integrato sulla macchina del cliente, è stato completamente progettato e realizzato su misura ed è costituito da:

– un alimentatore personalizzato sulle dimensioni della vite da avvitare;

– una slitta di avvitatura che alloggia il motore pneumatico per avvitare ad arresto automatico dell’aria e che con i suoi tre movimenti automatici si avvicina e si inserisce perfettamente nel punto di avvitatura del diffusore.

La soluzione realizzata, oltre ad integrarsi con il PLC master, ha garantito l’elevata qualità del prodotto assemblato e l’incremento produttivo richiesto all’intero ciclo di lavoro, ovvero di 3 secondi per ogni diffusore gas.

Scopri come funziona il ciclo di lavoro guardando il video: http://bit.ly/2HbKvyr

Continua a seguire il nostro blog e scopri anche i nostri canali social Facebook, LinkedIn, Youtube!

Commenti

  • Pietro Perrone

    Come posso contatare? Sono de Brasile.

    • fiam

      Buongiorno Pietro,
      a breve la farò contattare dal nostro Area Manager per la zona dell’America Latina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *